Blog Cultura Educazione

I fondamentali per una vita perfetta insieme

Tutti sogniamo una vita perfetta insieme al nostro amico a 4 zampe.

Da qui nasce l’idea per questo articolo che vi presenta brevemente tre concetti che mi stanno veramente a cuore, semplici ma fondamentali da tenere a mente.

Ruolo

Entrando in questo nuovo “branco”, che noi chiamiamo famiglia, il cane cerca il suo posto, il suo “ruolo”. Questo ruolo può essere di leader, di subordinato al leader, magari (specialmente se è cucciolo ed in casa ci sono già dei bambini) il cane si identifica come parte di questo sotto-gruppo di individui. Se gli viene assegnato un luogo (ad esempio un giardino) egli diventerà facilmente il leader di quel luogo, e banalmente sarà anche suo compito la difesa di esso, ad esempio selezionando chi dei vostri ospiti è il benvenuto e chi invece no. (Come dargli torto!)

Due cose importanti da tenere a mente sono che il ruolo può cambiare nel corso del tempo, e che se non siete voi a guidare il cane facendogli capire quale è il suo ruolo, sarà lui stesso a sceglierlo.

Su questo argomento ci sarebbe molto altro da scrivere, riserverò a ciò un articolo a sé stante.

Linguaggio del Corpo

Il cane comunica principalmente con il linguaggio del corpo. Molte mimiche umane per lui hanno un significato differente. Per questo, crescere un cane significa anche arricchire una parte di noi stessi, imparando ad interpretare in modo corretto le mimiche del nostro nuovo amico ed a non rendergli troppo ardua la traduzione delle nostre posture, gesti, vocalizzi…

Leggere il linguaggio canino non sempre è immediato, e facilmente si possono commettere errori, creando gravi incomprensioni. Perciò vi consiglio di documentarvi e farvi aiutare da un esperto. La “pratica” è molto più complessa della teoria!

La mancanza di comprensione, infatti, può generare disagio, stress.. fino ad arrivare a comportamenti aggressivi.

Parola d’ordine: Coerenza!

Scegliamo un cane perché porti gioia nelle nostre case, perché sia un amico fedele.

Spesso nei primi giorni dopo l’adozione si commettono degli errori, le cui conseguenze si manifestano successivamente. Passati i primi tempi, infatti, il rapporto con il nostro amico a 4 zampe non è più come lo sognavamo, ma è condito da frustrazioni ed ansie.

Il principio su cui si basa il mio modo di educare è quello di creare una relazione uomo-cane fondata su esperienze positive, ottimismo, e soprattutto sulla FIDUCIA! Annullando i “NO!” che ci rendono ancora più nervosi, allontanandoci dal nostro fido al posto che unirci.

Sì, hai capito bene!

Il cane è un animale molto equilibrato, a differenza nostra (!) e tutto ciò che lo destabilizza, compresi i nostri cambiamenti di umore, lede il rapporto instaurato con lui. Di conseguenza ci reputerà incapaci di donargli stabilità e sicurezza, e cercherà a modo suo di prendere il controllo della situazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *